HOME | SCRIVI A ANDREA LODATO | SEGUI @ANDREA LODATO SU TWITTER | SEGUI ANDREA LODATO SU FACEBOOK | LASICILIAWEB |
La guerra nei poli per i candidati sindaci disegna gli scenari nazionali prossimi venturi

Si direbbe di no, ma tutto sembra avere una logica anche in questa politica. Le Primarie di Palermo, in fondo, se sono un delirio, e lo sono, rispecchiano soltanto ed interamente lo scenario impazzito, in totale fase di destrutturazione, del quadro politico nazionale.

Il coordinatore del Pdl, Castiglione, pensa a Primarie anche per gli amministratori uscenti. E il centrosinistra guarda interessato

Il congresso provinciale catanese del Pdl era, per ovvi e per tanti motivi, uno dei più attesi nel quadro siciliano. Perchè qui c'è il coordinatore regionale del partito, Giuseppe Castiglione, perchè questa è la città del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, che con Castiglione e con Pino Firrarello ha ormai da anni una guerra aperta.

La ricandidatura del sindaco con il sostegno possibile del governatore divide il Pdl

Ha detto Raffaele Lombardo, presidente della Regione e leader del Movimento per l'Autonomia: "Stancanelli ricandidato sindaco di Catania? Perché no? Anzi, direi decisamente sì, perchè ha dimostrato di essere onesto, bravo, leale, capace, un buon sindaco. Candidato di chi? Beh lui è del Pdl, ma per noi la cosa non è condizionante.

Così il governatore con le Amministrative vuole fare del Terzo Polo in Sicilia un grande aggregatore

La partita delle Amministrative in Sicilia, quelle in arrivo e quelle che verranno, è l'arma con cui Raffaele Lombardo vuole completare la destrutturazione degli avversari e la possibile strutturazione di un nuovo assetto politico, che potrebbe fortemente condizionare anche la scelta del prossimo candidato alla presidenza della Regione, cioè il successore dello stesso Lombardo che, nulla lo fa

Si sa ma non si dice per non pagare: il Ponte sullo Stretto non si farà mai

"Ricordi che il governo è favorevole al Ponte". Raffaele Lombardo scrive all'assessore alle Infrastrutture Pier Carmelo Russo prima che il governo cominci a rispondere all'Ars nel dibattito sulla posizione della Regione sul Ponte. Serviva ricordarlo, davvero diciamo, perché siamo ormai ad una fase estremamente critica per chi continua a parlare della necessità di realizzare quest'opera.

Pagine